FORGOT YOUR DETAILS?

Hopus

hopus

La Birra Hopus è prodotta dallo storico Birrificio Lefebvre, che è attivo fin dal 1876. La Hopus rappresenta una realtà consolidata Belga e una delle birre preferite sia dai “locali” che dai turisti.

Stiamo parlando di una Birra molto “sociale” e dallo stile perennemente in bilico tra una classica Strong Ale Belga decisamente luppolata, a una quasi IPA con 40 IBU. Il sapore densamente luppolato è dato dall’uso di 5 tipi di luppolo: tre dalla Germania, uno dalla Slovacchia e uno dalla Repubblica Ceca.
L’Hopus è considerata una speciale ad alta fermentazione e rifermentata in bottiglia; la bottiglia molto semplice ma riconoscibilissima nel marchio (la scritta Hopus rossa su sfondo biancastro) e il tipico tappo meccanico in ceramica.
Sensorialmente si presenta molto articolata, dal colore oro pallido, leggermente velato; schiuma abbastanza persistente e pannosa. In bocca resta interessante il connubio pino e agrumi dovuti dalla mescolanza di luppoli. Le spezie e i lieviti belgi ne conferiscono l’aroma finale. La Hopus ha un corpo e una carbonazione medi. Il gusto ripropone pressappoco l’aroma, ma l’alcool pian piano si fa largo a ricordarci gli 8.3 gradi alcolici decisamente generosi, ma nello standard del paese di provenienza. Il retrogusto amaro e luppolato, nel quale ritornano note alcoliche. In definitiva possiamo definirla una tripel molto luppolata e abbastanza alcolica. Da bere rigorosamente in bottiglia da 0,33 con cui vi serviranno (sempre se il locale è di quelli al top) il bicchierino per l’assaggio dei lieviti. L’assaggio dei lieviti può essere fatto in tre modalità:
– Assaggio dei lieviti prima dell’assaggio della birra.
– Mescolare i lieviti nella birra.
– Bere i lieviti al termine della birra.

TOP